Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
lun 18 feb. 2019
  cerca in archivio   RASSEGNA STAMPA
Caso Fini e stop alle correnti Schifani scuote il Pdl

• da Corriere della Sera del 12 luglio 2010

di Monica Guerzoni

Senza una ┬źpace strategica┬╗ le nozze tra Fini e Berlusconi finirebbero con una ┬źrottura traumatica┬╗, epilogo che costringerebbe il premier a denunciare ┬źdi tradimento del patto elettorale┬╗ da parte del cofondatore. Le parole di Renato Schifani al Corriere piombano sullo scontro che lacera la maggioranza come l'ultimo monito, l'ultimo avvertimento all'inquilino di Montecitorio. O scoppia la pace o la seconda carica dello Stato si aspetta da Berlusconi ┬źuna mossa dura e a effetto┬╗. Se non un predellino bis, qualcosa che rilanci (o chiuda) la legislatura. E non ├Ę solo l'ultimatum a Fini a riaccendere i fuochi nella maggioranza, perch├ę Schifani lancia un duro anatema contro le correnti nel Pdl, fenomeno che rischia di ┬źfar implodere┬╗ il partito. L'analisi del presidente di Palazzo Madama riscuote l'apprezzamento pressoch├ę unanime del Pdl. Fabrizio Cicchitto loda la ┬źsaggezza e il senso di responsabilit├á┬╗ e Maurizio Gasparri chiede ┬źdi anteporre gli obiettivi collettivi alle ambizioni personali┬╗. La ┬źlucidit├á┬╗, il ┬źsenso di responsabilit├á┬╗ e la ┬źlungimiranza┬╗ di Schifani convincono i ministri Raffaele Fitto e Sandro Bondi, Renato Brunetta e Franco Frattini. ┬źNel Pdl ├Ę un tripudio di correnti, vertici e caminetti - concorda il ministro Gianfranco Rotondi - come se i voti al governo li avessimo portati noi figuranti e non Berlusconi┬╗. Tra le righe del colloquio emerge come le critiche di Schifani non riguardino solo i finiani, ma anche l'area ex forzista del Pdl. ┬źLiberamente non pu├▓ che definirsi una corrente, al di l├á di quanto sostengono i suoi fondatori┬╗ ├Ę la critica di Schifani a Stefania Prestigiacomo, Franco Frattini, Mariastella Gelmini e Mara Carfagna: ┬źNon basta riconoscersi in Berlusconi se poi si creano le condizioni per disaggregare il partito...┬╗. La Prestigiacomo assicura che non ├Ę questa la vocazione dell'organizzazione appena battezzata a Siracusa (┬źNon abbiamo attaccato nessuno┬╗) e Frattini si candida a guidare il coordinamento delle fondazioni: ┬źSono a disposizione┬╗. L'anatema di Schifani sembra avere un obiettivo preciso. Fermare le manovre di quanti, anche tra gli ┬źazzurri┬╗, mettono su associazioni o fondazioni per attrezzarsi a fronteggiare l'eventuale precipitare della crisi. Avverte il presidente della commissione Affari costituzionali del Senato, Carlo Vizzini: ┬źI1 fenomeno, se non fermato adesso, dar├á l'idea che si vuole costruire il postberlusconismo, mentre si campa all'ombra di Berlusconi┬╗. Nel coro di lodi a Schifani, la voce del finiano Carmelo Briguglio ├Ę dissonante: ┬ź├ł un leader di corrente che non vuole la concorrenza di altre correnti┬╗. Il sindaco Gianni Alemanno spera che lo ┬źstillicidio┬╗ finisca presto e che tra Fini e Berlusconi si arrivi ┬źa un chiarimento, anche finale┬╗. Eppure i tempi di un incontro non sembrano maturi. I finiani chiedono le dimissioni del coordinatore Denis Verdini e la Lega alza i toni per stoppare l'ingresso dell'Udc nel governo. ┬źE una brutta ipotesi che ci fa solo perdere tempo┬╗, dice Umberto Bossi da Arona. Il leader del Carroccio non concorda con Schifavi quando ┬źdice che Udc e Pdl hanno la stessa ideologia, io non lo penso┬╗. Per├▓ ├Ę ottimista sul governo: ┬źNon ├Ę a rischio, nessun pericolo di ferie prima del tempo┬╗. E su Fini: ┬źAffari di Berlusconi, ├Ę amico suo┬╗. Anche Roberto Calderoli dichiara ┬źchiuso il caso Udc┬╗. Ignazio La Russa ha detto ┬źmai dire mai┬╗... E Calderoli, brusco: ┬źLa Russa ├Ę un sognatore┬╗.┬á



IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail