Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mar 23 apr. 2019
  cerca in archivio   RASSEGNA STAMPA
Ottant'anni e non sentirli

• da L'Opinione delle Libertà del 12 luglio 2010

di Aldo Torchiaro

Marco Pannella, ottant'anni vissuti pericolosamente, non ama annoiare, ed annoiarsi. Anzi, nell'ultima intervista-confessione con Clemente Mimun, regala frizzi e lazzi. Informa di aver avuto storie bisessuali, con «tre, quattro uomini che ho amato molto». Ma è unito da sempre ad una sola donna: «Sono legato da 40 anni a Mirella (Paracchini, ndr). Non c'è mai stata alcuna gelosia con lei. Potevamo avere, e avevamo, anche altre storie». Parla a ruota libera, insomma, addentrandosi in una incursione nella sua vita personale che appassiona senz'altro i suoi fedelissimi ma non rivela più di tanto sulle prospettive del suo progetto politico, sull'avvenire del partito radicale e su quella parte del mondo laico e liberale che Pannella punta a rappresentare. Sabato però potrebbe uscire allo scoperto. È stata infatti promossa dai giovani socialisti e concordata con tutte le organizzazioni politiche del mondo laico - dal Psi al Pri, passando per decine di sigle, fondazioni e associazioni, inclusa tutta la galassia radicale - una maratona oratoria a ruota libera che dal cuore di Trastevere, a Roma, vedrà alternarsi dalle 12 alle 19 decine di interlocutori diversi. Il tema? Il ritorno al tentativo, alla passione, all'obiettivo la cui rinuncia non va proprio giù al leader radicale: riprovare a dare vita ad una Rosa nel Pugno di nuovo conio, partecipata da tutti i soggetti dell'area riformista e liberaldemocratica, capace di riassumere in un contenitore federato le piccole identità che la storia e la legge elettorale hanno quasi azzerato. Sarebbe un bel regalo di compleanno, per Marco Pannella. Chissà se tra i giovani che passeranno ad ascoltarlo ci sarà la sua ipotetica figlia segreta. Sembra infatti che tale Gabriella, nata da una relazione clandestina, ogni tanto si palesi con discrezione - nelle occasioni pubbliche; è lo stesso Pannella a non escludere la paternità: "O vuoi dire che in giro c'è qualcuno che mi somiglia troppo... ", scherza lui. La mosca cocchiera che da quarant'anni cavalca la politica riserva ancora sorprese.



IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail