Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
lun 18 feb. 2019
  cerca in archivio   RASSEGNA STAMPA
L'amaca

• da la Repubblica del 14 luglio 2010

di Michele Serra

La fama di "abile politico" che arride a Casini dovrebbe essere sottoposta a un'urgente verifica strutturale. La sua proposta di un governo di unità nazionale retto da Berlusconi sembra lo scherzo di un archi-star impazzito. Tra l'unità nazionale e Berlusconi corre la stessa differenza che separa Gengis Kahn dal Nobel per la pace: tranne Mussolini, nessun politico italiano aveva mai prodotto una spaccatura così radicale nel Paese. Spaccatura politica ma anche sociale e soprattutto etico-culturale, con due fazioni che ormai, dopo vent'anni, parlano due lingue differenti, hanno criteri di giudizio spesso opposti, non comunicano se non per insultarsi. Non si sa se Casini abbia concepito un'idea così assurda in seguito a un accesso pernicioso di "terzismo" (il terzismo, date le condizioni oggettive di questo paese, è l'utopia più folle e insieme più arrogante) o semplicemente perché non sa più che pesci pigliare. L'unico risultato è che ha contribuito a rafforzate l'idea di una classe dirigente, più che autoreferenziale, autoreclusa, che conosce poco e male il paese nel quale lavora. La proposta di Casini rimanda direttamente alla già ricca casistica italiana dei lavori mal fatti.



IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail