Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
ven 22 feb. 2019
  cerca in archivio   RASSEGNA STAMPA
Canottiera di lotta e di governo Il Senatur torna allo spirito del 1994

• da Corriere della Sera del 15 luglio 2010

di Maria Luisa Agnese

E Umberto Bossi rinfila la canottiera di lotta e di governo, e quando si accende il sigaro sembra quasi il Bossi «primitivo» di una volta. E successo durante una tavola rotonda organizzata dalla Padania sulla sanità in una saletta infuocata del giornale, dove tutti se ne stavano in giacca e cravatta (o perlomeno in camicia) mentre lui, più che smanicato, ha esibito una canotta bianca di cotone a costine come quella della famosa estate del 1994, prima del ribaltone dicembrino. Di nuovo spudoratamente Bossi, nonostante gli anni e la malattia, anche se il piglio e il vigore non sono più quelli. Ma il segnale politico è indubbio: annuncia il ritorno,in battaglia, minaccia nuovi possibili ruggiti. E non a caso il Senatur ha scelto di nuovo il capo di vestiario antisnob per eccellenza, che, nonostante i tentativi di sdoganamento chic in passerella e al cinema (ultimo Brad Pitt), resta esteticamente fuori dai canoni. Ma lui lo ritoglie dal limbo e lo esibisce per ricordare a tutti, per primi agli alleati, che con lui non possono mai dormire sonni tranquilli, tanto più oggi. E poi per testimoniare al suo popolo, al suo zoccolo duro, anche agli allevatori delle quote latte che pervicacemente difende, che lui è sempre e resterà uno di loro, esponendosi ostentatamente con tutta la forza del suo corpo offeso nell`abbigliamento più semplice e anti-radicalchic. Ribaltando tra l`altro tutte le teorie sul corpo (estetico) dei capo celebrate dalla pamphletistica postmoderna. Sedici anni dopo Bossi ripropone identica la sua immagine di politico sbracciato e fuori codice che aveva sconvolto un`Italia meno avvezza alla politica ruspante: quell`estate del `94 prima si era presentato ad Arcore in camicia rosa a mezza manica da cui occhieggiava la canottiera bianca, poi, nella sua vacanza sarda, ospite del ministro Vito Gnutti, aveva vissuto a canottiera libera, presentandosi così anche a un ulteriore e celebrato incontro con il Cavaliere. Solo Bettino Craxi, altro politico che sapeva incrociare i precordi del suo elettorato, riuscito a mettere in scena il suo corpo in modo altrettanto non canonico. Nel aggi al congresso Psi alla Fiera del Levante di Bari, verso la fine di un discorso di quasi due ore senza aria condizionata, la camicia leggera gli si era incollata al corpo in un lago di sudore, lasciando intravedere, appunto, la canottiera bianca.
 



IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail