Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mar 23 apr. 2019
  cerca in archivio   RASSEGNA STAMPA
Digiuna, io non mi faccio mangiare

• da Panorama del 16 luglio 2010

di Fabrizio Paladini

 

Gratta gratta, alla fine, dopo ore di pubblico «scazzo» in diretta radiofonica, condito da paroline e parolone è venuto fuori il bubbone: «La verità è che tu sei più popolare di me e di Emma». Marco Pannella, codino ai capelli come un poeta della Beat generation, ha dato fiato alla sua vuvuzela contro Massimo Bordin, da 19 anni «suo» direttore della «sua» Radio radicale. Il problema è che Bordin, gigante della comunicazione in radio e autore della più interessante e completa e viva rassegna stampa del mattino, si è, come direbbe Salvo Montalbano, rotto i cabbasisi. Già un anno fa, in omaggio alla proverbiale trasparenza radicale secondo cui i panni sporchi si lavano in diretta, Bordin e Pannella se n'erano dette di tutti i colori. Poi, due mesi fa, la lettera di dimissioni: di fare il direttore non ne posso più, però se vuoi posso continuare a fare la rassegna stampa. Giacinto detto Marco non gli ha risposto fino a domenica 11. «Disertore ora per te si apre il mercato». «Marco, non ho più la capacità e la voglia di farmi mangiare, non sono commestibile». Perché Marco, al di là dei digiuni per giuste cause, è abituato a divorare le sue creature. Crea giovani leoni che poi vuole azzoppare. E quelli o spariscono o fuggono in altri zoo della politica. Bordin non farà questa fine, lui sa resistere a ogni difficoltà della minoranza. Trotzkista prima, radicale poi: «Dubitare, disobbedire, trattare» è lo slogan che aveva domenica sulla maglietta. Ci vuol altro che una vuvuzela o un trombone.


IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail