Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mer 17 ott. 2018
  cerca in archivio   RASSEGNA STAMPA
La nave di Tito

• da Il Fatto Quotidiano del 20 luglio 2010

di Maurizio Bolognetti

 

Tito è un piccolo centro alle porte di Potenza. Qui c'è uno dei due siti di bonifica d'interesse nazionale della Basilicata. Ma è mancato sia l'interesse che la bonifica. Passeggiando per le strade di Tito ci dicono che, nella zona, sono troppe le persone colpite da tumori. Si è fatto un gran parlare nei mesi scorsi di navi affondate nel Mediterraneo, ebbene a Tito scalo c'è una nave di cui da almeno 20 anni tutti sono a conoscenza: la cosiddetta vasca fosfogessi, ubicata nell'area ex-liquichimica, dove sono state stoccate migliaia di tonnellate di fanghi industriali e a detto del sindaco Pasquale Scavone anche fanghi di perforazione provenienti dalle estrazioni petrolifere. Si inizio a parlare della necessità di bonificare l'area industriale di Tito nel 2001 (…). Il 16 luglio 2009 mi addentro, assieme al tenente Giuseppe Di Bello, nei "misteri" dell'area ex-liquichimica. Il tenente parla di "trincee" dove sono state interrate, in teli di Pvc, tonnellate e tonnellate di fanghi industriali: ho la sensazione di camminare su un materasso ad acqua, solo che sotto i nostri piedi non c'è acqua, ma veleno. Silenzio tombale, siamo circondati da 27.500 metri quadrati di "rifiuti tossico-nocivi".


IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail