Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
lun 18 mar. 2019
  cerca in archivio   NOTIZIE
Carceri. Ass. Detenuto Ignoto: reazione a ipotesi amnistia e indulto affronto a leggi dello Stato
Ultimo suicidio a San Sebastiano ultimo emblematico effetto di corresponsabile inerzia politica.

20 luglio 2010

La reazione sdegnata e rabbiosa di significative frange e personalitĂ  di maggioranza e opposizione contro la proposta bipartisan di amnistia e indulto presentata ultimamente in Senato dal senatore Luigi Compagna del Pdl, da sempre appoggiata dai parlamentari radicali sia al Senato che alla Camera, rappresenta un vero e proprio affronto non solo al coscienzioso apporto del senatore Compagna, ma alle stesse leggi dello Stato, fin dalla Costituzione, che di questi due mezzi straordinari di giustizia prevedono ammissibilitĂ  e applicazione.
Ora, all’indomani del concordato svuotamento del DDL Alfano sulla messa in prova e la concessione dei domiciliari per l’ultimo anno di pena – provvedimento che, peraltro, anche così spuntato, non riesce ancora ad essere approvato dalla Camera – si tirano fuori nuovi inconcludenti espedienti di "ben-altrismo", pur di non affrontare quelle immani tragedie per il Paese rappresentate dallo stato della nostra giustizia e delle nostre carceri.
Come purtroppo anche oggi constatiamo, proprio pensando all’ultimo suicidio di un detenuto occorso oggi nell’orribile carcere di San Sebastiano, che avrebbe dovuto essere presto rimpiazzato da uno nuovo la cui costruzione è a tempo indeterminato bloccata dai sigilli della magistratura posti in seguito alle indagini sugli appalti assegnati al gruppo Anemone, non si può non ritenere ancora una volta l’inerzia di una certa politica del facile consenso giustizialista moralmente corresponsabile di omissione di intervento e di strage del diritto.


IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail