Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mar 23 apr. 2019
  cerca in archivio   RASSEGNA STAMPA
Il velo, la destra i paesi arabi e gli Stati Uniti

• da L'Unità del 25 luglio 2010

di Laura Balbo e Rita Bernardini

A sostegno delle proposte di legge per proibire il velo integrale presentate in commissione Affari Costituzionali a Montecitorio, il centrodestra prende esempio da alcuni paesi arabi, che hanno proibito alle donne di indossare il velo, licenziandole dai loro posti di lavoro, non facendole salire in taxi, entrare nei ristoranti o avvicinarsi alle spiagge. Molta confusione nel centrodestra: da una parte sostiene che tutti i paesi del Medio Oriente sono governati da regimi assolutistici e teocratici, dall'altra insegue loro per legiferare. «Con una legge contro il burqa - afferma Ahmad Giampiero Vincenzo, presidente dell'Associazione intellettuali Musulmani Italiani - si otterrebbe solo che le donne in questione restassero segregate in casa. Piuttosto andrebbero varate norme che garantiscano l'assistenza sociale contro le discriminazioni ed i comportamenti coatti all'interno delle famiglie». A parte intellettuali musulmani e sinistra, è stato lo stesso presidente Barak Obama, l'8 giugno 2009, nel suo discorso al Cairo ad invitare i paesi occidentali a non ostacolare i musulmani nella pratica della loro religione, criticando quei paesi che dettano "gli abiti che una donna deve portare". Il portavoce del Dipartimento di Stato ha dichiarato l'opposizione di Washington al disegno di legge contro il velo integrale in Francia: "non crediamo sia opportuno legiferare su ciò che le persone hanno, o non hanno, diritto di indossare in conformità con le loro credenze religiose". Il centrodestra, sviato da atteggiamenti xenofobi e islamofobi di alcuni suoi esponenti, rivela tutte le sue contraddizioni, incerto se seguire in materia di diritti civili i regimi arabi o gli Stati Uniti d'America.



IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail