Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
sab 20 lug. 2024
  cerca in archivio   NOTIZIE
REFERENDUM / GIOVEDI' 22 RIUNIONE A UDINE

21 luglio 2004

RIUNIONE ORGANIZZATIVA SUL RILANCIO DELLA CAMPAGNA REFERENDARIA A UDINE

Giovedì 22 luglio alle ore 20.30 i radicali udinesi si daranno appuntamento presso la sede della quarta circoscrizione di via Pradamano. La riunione avrà per oggetto il rilancio dell'iniziativa sul referendum sulla procreazione medicalmente assistita e la ricerca d'interlocuzione con altre forze politiche per il raggiungimento del quorum di firme necessario. Se le firme raccolte fino ad oggi in città (circa 2000), sono un dato assolutamente positivo a conferma della sensibilità dei cittadini nei confronti di una legge inadeguata e anacronistica, occorre tuttavia urgentemente far inserire nell'agenda delle priorità delle forze politiche laiche e riformatrici, l'impegno e l'organizzazione di punti di raccolta firme per l'ottenimento della convocazione referendaria per il prossimo anno. E' una legge che tende a criminalizzare persone che tendono ad avere figli attraverso la procreazione, spesso per problemi sanitari molto gravi a monte. Inoltre, comporta un offesa per i tanti medici, ginecologi, scienziati che hanno espresso in molti modi la loro critica e opposizione di quelle norme ispirate a un pregiudizio di carattere ideologico. Senza cosiderare che in Slovenia partirà dopo l'estate un nuovo centro di fecondazione assistita che ha già riscosso un grande interesse tra le coppie italiane. Ci auguriamo che una parte di questa classe politica si faccia avanti, riacquisti la propria dignità e si riscatti dalla subalternità al potere clericale del Vaticano. Occorre perciò proclamare il valore dell'azione umana e riunire tutte le forze liberali, laiche, riformatrici locali, affinchè non vada disperso il patrimonio fin qui conquistato e prendere coscienza che ci troviamo di fronte ad uno snodo politico di grande importanza.. Perciò-proseguone i radicali, entro settembre dobbiamo raccogliere oltre 500mila firme sul quesito che abroga in toto la legge, proprio nei giorni in cui si fa un gran parlare di riformisti, di polo laico e di rivoluzione delle coscienze, in realtà si tratta solo di parole che ormai non reggono più, occorre una mobilitazione per sostenere la volontà popolare, la libertà di coscienza e la laicità dello stato. La riunione è aperta a tutti.

Gianfranco Leonarduzzi radicali italiani fvg


IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail