Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mar 23 lug. 2024
  cerca in archivio   NOTIZIE
"I CHIERICI DI FORZA ITALIA CONTRO IL CONSIGLIERE DEGANUTTI”

22 marzo 2004

LA MOZIONE CONTRO LA PMA VERRA' DISCUSSA QUESTA SERA DAL CONS. COMUNALE DI UDINE. IL CONS. DEGANUTTI (F.I.) AGGREDITO DAI SUOI COMPAGNI DI BANCO

Dichiarazione di Gianfranco Leonarduzzi, dei radicali del Friuli Venezia Giulia"

"Sono scesi in campo i professionisti delle crociate e del controriformismo per aggredire "il lupo" Deganutti, che, a titolo personale, ha accolto e presentato la mozione contro la legge sulla PMA elaborata dai radicali, in discussione questa sera. Questo provvedimento rappresenta un'offesa per i tanti medici, ginecologi, scienziati che hanno espresso in molti modi la loro critica ed opposizione ad alcune di quelle norme ispirate a un pregiudizio di carattere ideologico. Ci auguriamo che questa classe politica si faccia avanti, riaquisti la propria dignità e si riscatti dalla subalternità al Vaticano. Ai moralisti di cielle, usi a dar credito più ai santi che alla Costituzione andrebbe ricordato che gli integralismi provocano danni e carneficine, senza andare molto lontano, basta volgere lo sguardo oltre il bacino del Mediterraneo, oltre le colonne d'Ercole. Confondere la religione con lo stato, è un tema che questo paese ha già soppportato, tant'è che la presenza di alcuni articoli contenuti nella nuova legge, l'art. 14 per esempio, parla di embrioni formabili in un ciclo di concepimento assistito, che sono in clamoroso contrasto con la nostra Costituzione, che prevede: "La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto alla tutela dell'individuo..." oppure che la sterilità è una malattia come sostiene l'Organizzazione mondiale della sanità, l'Onu e la coalition of the willing dei medici uniti. E la fecondazione assistita non è una tecnica del diavolo, è un'assistenza appunto, un rimedio come la cibalgina contro il mal di testa. Occorre dire-aggiunge Leonarduzzi- che questo provvedimento dà morte certa ai 25 mila embrioni congelati piuttosto che utilizzare parti di essi per dare nuova vita a linee cellulari staminali capaci di far progredire la ricerca e dare prospettive concrete di cura a milioni di uomini attualmente incurabili, la legge infatti impedisce la clonazione terapeutica. La ricerca sulle cellule staminali è un tema su cui si batte l'Associazione Luca Coscioni presidente di Radicali Italiani, che lancia un appello assieme a 50 premi nobel, sottoscritto da oltre 2000 ricercatori, scienziati e docenti universitari. Non sorprende più di tanto ormai che Forza Italia si riveli ancora una volta l'azionista di maggioranza di una Casa delle Illibertà disancorata dalla realtà, priva di un incisivo stimolo culturale, guidato dai controriformisti che intendono chiudere le porte alla speranza e alle libertà personali."



IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail