Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
sab 20 lug. 2024
  cerca in archivio   NOTIZIE
Leonarduzzi: grazie a Stella per l'articolo sulla lottizzazione della politica in FVG

12 gennaio 2006

• di Gianfranco Leonarduzzi del Comitato Nazionale Radicali Italiani

C'è voluta l'efficace penna di Gian Antonio Stella, col pezzo pubblicato quest'oggi sul Corriere, per far luce su uno dei tanti esempi di spartizione di incarichi e consulenze che l'Italia Repubblicana tiene ben nascosti. E' dal novembre scorso che Margherita e Ds del Friuli Venezia Giulia, chiedono lo stop alla pubblicazione del libro bianco riguardante le nomine effettuate dal consiglio e dalla giunta regionale, lottizzazione avviata nel giugno 2003 e proseguita fino allo scorso mese di dicembre. Si tratta di un dossier illuminante che fa luce sulle regalìe che i consiglieri offrono agli amici degli amici e che contribuiscono alla cancrena del malaffare partitocratico. Ma non è tutto, poichè nella recente finanziaria regionale è stato trovato l'accordo bipartisan anche per un bonus ai consiglieri regionali di maggioranza per 100mila euri e 60mila per quelli dell'opposizione, in totale fanno 5milioni di euri! Una cifra da capogiro che viene destinanta dagli interessati per "coltivare" le esigenze del territorio in cui sono stati eletti: dalle corali, alle pro loco e perfino agli scout. Ecco perchè i dati pubblicati recentemente dalla Banca d'Italia, ravvisano un una decisa crescita del debito degli enti locali: dall'inizio del 2005 il debito di comuni, regioni e province viaggia ad un ritmo doppio rispetto a quello segnato dal dato complessivo calcolato su base nazionale. Un suggerimento all'ottimo Stella: salga a rimirar lo scandalo della legge 154 dell''85, quella sull'ineleggibilità dei dipendenti del pubblico impiego, sentirà il cigolìo dei meccanismi che hanno portato alla nomina di uscieri e portaborse poi diventati come d'incanto consiglieri regionali, assessori o presidenti. E' la storia di una regione che contribuisce vergognosamente al fardello che l'Italia non può più sopportare.



IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail