Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
ven 14 giu. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Lista Pannella Riformatori
Pannella Marco - 9 settembre 1992
TRE "GRANDI OPERE" DEL PDS IN UN SOL GIORNO. - COMUNICATO STAMPA DI MARCO PANNELLA - DOPO LA SEDUTA DEL GRAN CONSIGLIO DI OGGI, CON LA ELEZIONE DI DE MITA, MUSSOLINI PUO' RITENERSI UN PERSEGUITATO DALLA SFORTUNA...

SOMMARIO: Ieri - afferma Pannella - le sinistre e in particolare il PCI salvavano gli Andreotti, oggi salvano "i De Mita ed i Forlani", con "la benedizione 'esterna' ma quanto autorevole e sacerdotale del Presidente della Camera dell'Unità nazionale, Ingrao." Pannella ironizza sull'elezione dell'on. De Mita a Presidente della Commissione Bicamerale [per le riforme istituzionali, n.d.r.], e sulla rottura dell'unità referendaria proclamata dal PDS: "Il 25 luglio del 1945 Benito Mussolini è stato proprio sfortunato...". Oggi, egli "avrebbe potuto esser eletto Presidente della Costituente per la redazione di una Costituzione antifascista".

(NOTIZIE RADICALI agenzia, 9 settembre 1992)

Non mi permetterei mai di ironizzare sugli incontri dei tre leaders dei tre partiti italiani della Internazionale socialista, coś preziosa, autorevole e progressista.

Per contro la designazione del Presidente della DC, e di questo Presidente e di questa DC a Presidente della Commissione Bicamerale, coś come il salvataggio in aula della "politica riformatrice" del Segretario della DC in occasione delle dimissioni di Emilio Colombo, avvenuta stamane in aula di Montecitorio, o la rottura di solidarietà referendaria tanto decantata al momento delle elezioni, costituiscono in una sola giornata episodi interessanti dell'evoluzione di uno di questi tre partiti: il PDS.

Ieri si salvavano gli Andreotti, oggi si torna alla stessa politica per salvare i De Mita ed i Forlani. Con la benedizione "esterna" ma quanto autorevole e sacerdotale del Presidente della Camera dell'Unità Nazionale, Ingrao.

Tutto ha una sua eloquente chiarezza: il Gran Consiglio della Partitocrazia, stamane, elegge il Presidente del Partito maggiore, come Presidente della Costituente antipartitocratica. Il 25 luglio del 1945 Benito Mussolini è stato proprio sfortunato: con dei Craxi, Occhetto, Forlani di oggi, avrebbe potuto esser eletto Presidente della Costituente per la redazione di una Costituzione antifascista.

 
Argomenti correlati:
agenzia
de mita ciriaco
stampa questo documento invia questa pagina per mail