Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mer 29 mag. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Pannella Marco - 8 maggio 1990
ELEZIONI: DICHIARAZIONE DI MARCO PANNELLA

SOMMARIO: Ringrazia gli elettori di Teramo che lo hanno eletto "al Consiglio Regionale, al Consiglio provinciale, al Consiglio Comunale". Comunque, "oltre un terzo dei teramani ha votato...per la difesa dell'ambiente, della città, della sua storia..." Segnala, infine, la perdita del 9% dei voti subìta dal PCI.

(NOTIZIE RADICALI agenzia, 8 maggio 1990)

Ringrazio i compagni ed amici che hanno voluto e consentito, financo ispirato con il loro esempio, la mia presenza nello scontro politico ed elettorale teramano. Ringrazio i cittadini di Teramo, cui devo l'elezione al Consiglio Regionale, al Consiglio Provinciale, al Consiglio Comunale ed una testimonianza di forte affetto e fiducia nettamente minoritaria ma altrettanto nettamente cristallina, coraggiosa e di grande dolcezza per il vecchio teramano e abruzzese che sono.

Ora occorre subito rimboccarsi le maniche e andare al sodo.

Oltre un terzo dei teramani ha votato - se si tien conto dei risultati - per la difesa dell'ambiente, della città, della sua storia e della qualità della vita, dei suoi abitanti. Ha votato contro le attuali soluzioni deliberate, che comportano "lotto zero" e parcheggi in zone che ne risulterebbero distrutte, e sono patrimono irrimpiazzabile per tutti, e per sempre. Noi confidiamo che la DC possa e voglia rivedere quindi le decisioni acquisite, al loro presentarsi, dall'unanimità del Consiglio Comunale. Se questa scelta di tolleranza e di saggezza si facesse strada anche noi non potremmo che corrisponderle con il massimo di lealtà e di impegno. Altrimenti dovremmo difendere con tutta la nostra forza di nonviolenti, non solamente di democratici, ogni palmo di terreno e di natura attaccati.

Mi auguro, infine, che sia possibile costituire in Consiglio Comunale di Teramo un unico grande gruppo consiliare, democratico, laico, civico, verde, aperto ad una collaborazione chiara, e ad una opposizione tollerante e aperta, quanto decisa e intransigente.

Per finire, la lettura meccanica prevalente dei risultati rischia di non far comprendere la complessità e l'importanza di quel che è accaduto. Basta guardare ai risultati di numerosi comuni della provincia e della regione per rendersi conto che la perdita del 9% dei voti del PCI è stata frequente, in pratica assenza nostra. Vorrei ricordare che nelle elezioni europee avevo già riscosso circa il 12% dei voti, pur con i laici, ma con la concorrenza di due liste verdi e della lista antiproibizionista.

 
Argomenti correlati:
agenzia
teramo
pci
stampa questo documento invia questa pagina per mail