Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mer 17 lug. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Occhetto Achille, Stanzani Sergio - 12 maggio 1990
PR-PCI: INCONTRO DEI SEGRETARI RADICALE E COMUNISTA.
NELL'INCONTRO TRA OCCHETTO E STANZANI UN APPROFONDITO ESAME SULLA SITUAZIONE POLITICA E DEI RAPPORTI PCI-PR. IL COMUNICATO DIFFUSO AL TERMINE.

SOMMARIO: In seguito all'incontro tra il segretario generale del Partito Comunista Italiana, Achille Occhetto, e il primo segretario del Partito Radicale, Sergio Stanzani che si è tenuto presso la sede del PCI di via Botteghe Oscure il 12 maggio 1990, viene diffuso un comunicato congiunto in cui, sottolineando la comune posizione federalista europea, si sollecita l'avvio di frequenti e regolari consultazioni fra i due partiti. Il segretario del PCI esprime infine "l'augurio che il PR possa ben presto uscire dalle difficoltà che ne minacciano l'esistenza con l'apporto responsabile di quanti ne riconoscono il valore per la democrazia".

"I due segretari hanno compiuto un ampio giro d'orizzonte sulla situazione politica e sui rapporti tra PCI e PR. Essi hanno convenuto sull'opportunità, ed in alcuni casi l'urgenza, di accelerare ed ampliare l'attività d'informazione, di consultazione ed, in alcuni casi, di importanti azioni comuni.

Il carattere transnazionale e transpartitico assunto dal Partito radicale -senza precedenti e confronti possibili- a partire dalla sua caratterizzazione storica di movimento per i diritti civili e della nonviolenza da una parte; la crescente autorevolezza ed il crescente impegno internazionale del PCI quale forza democratica europea, dall'altra, sollecitano ormai l'avvio di frequenti e regolari consultazioni tra i due partiti.

La comune posizione federalista europea, che tanto deve al 'Manifesto di Ventotene'di Altiero Spinelli e di Ernesto Rossi, all'antifascismo europeo dei fratelli Rosselli, ha oggi come base il progetto di nuovo Trattato del Parlamento Europeo per la costituzione dell'Unione Europea. Sono dunque opportuni atti comuni, anche in occasione dell'imminente campagna elettorale, volti ad assicurare il rilancio e maggior forza nel e del Parlamento Europeo per l'unità istituzionale e politica d'Europa.

L'affermazione dei diritti umani, civili e politici dello Stato di Diritto e della democrazia politica -come metodo e come contenuti-può trarre maggior slancio e forza di realizzazione dalla collaborazione su particolari obiettivi in questo campo dei due partiti e dei loro militanti.

Il segretario del PCI ha espresso l'augurio che il PR possa ben presto uscire dalle difficoltà che ne minacciano l'esistenza con l'apporto responsabile di quanti ne riconoscono il valore per la democrazia. Il segretario del PR ha per suo conto espresso la speranza e la convinzione che tutti i democratici sappiano apprezzare e aiutare il rinnovamento in corso del PCI, i suoi nuovi obiettivi di riforma e di alternativa, come un contributo essenziale per il superamento della grave crisi e dei gravi problemi della società italiana. "

 
Argomenti correlati:
comunicato stampa
pr
parlamento europeo
iscrizione
rossi ernesto
nonviolenza
transnazionale
stampa questo documento invia questa pagina per mail