Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
gio 30 mag. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Pannella Marco - 22 maggio 1990
TERAMO-LOTTO ZERO: OTTANTA PARLAMENTARI EUROPEI SOTTOSCRIVONO LA PROPOSTA DI RISOLUZIONE PER LA SOSPENSIONE DEI LAVORI DEL "LOTTO ZERO" A TERAMO. DICHIARAZIONE DI MARCO PANNELLA.

SOMMARIO: Lettera di Marco Pannella a Carlo Ripa di Meana, Commissario Europeo all'Ambiente, al Sindaco di Teramo e ad altre autorità nazionali e regionali, in cui si sottolinea l'importanza dell'iniziativa assunta da ottanta eurodeputati con la loro proposta di risoluzione [il testo è riportato di seguito, n.d.r.] in cui chiedono la sospensione dei lavori del cosidetto "Lotto Zero" a Teramo in ragione dello "straordinario interesse ambientale e culturale" della Regione Abruzzo.

(NOTIZIE RADICALI agenzia, 22 maggio 1990)

Bruxelles, 22 maggio 1990 - Marco Pannella ha dichiarato:

"Alle ore 17 di oggi, 22 maggio, hanno sottoscritto la proposta di risoluzione per la sospensione dei lavori del "Lotto zero" a Teramo ottanta deputati europei.

Mi auguro che da parte del Governo italiano, e del Sindaco di Teramo in particolare, oltre che di tutte le altre autorità e amministrazioni interessate, si corrisponda immediatamente a questa prova di interesse, di amicizia e di assunzione di responsabilità, assolutamente straordinaria, che onora l'Abruzzo."

---------------------------

TERAMO-LOTTO ZERO: PRESENTATA AL P.E. UNA PROPOSTA DI RISOLUZIONE PER LA SOSPENSIONE DEI LAVORI DEL "LOTTO ZERO" A TERAMO. LETTERA APERTA DI MARCO PANNELLA ALLE AUTORITA' INTERESSATE.

CARLO RIPA DI MEANA Commissario Europeo all'Ambiente

FERDINANDO FACCHIANO Ministro ai Beni Culturali

GIORGIO RUFFOLO Ministro all'Ambiente

PRESIDENTE CONSIGLIO REGIONALE ABRUZZESE

PRESIDENTE GIUNTA REGIONALE ABRUZZESE

PRESIDENTE PROVINCIA DI TERAMO

SINDACO DI TERAMO

e p.c.

GIULIO ANDREOTTI Presidente del Consiglio

REMO GASPARI Ministro per la Funzione Pubblica

ROSA RUSSO JERVOLINO Ministro per gli Affari Sociali

ELENA MARINUCCI Sottosegretario Ministero Sanità

DOMENICO SUSI Sottosegretario Ministero Finanze

Esimi Signori, cari amici e colleghi,

in poche ore, con lavori di Commissione sparpagliati in mezza Europa, solamente fra i presenti a Bruxelles oltre sessanta parlamentari europei hanno sottoscritto l'allegata proposta di risoluzione, per la quale chiederemo una procedura d'urgenza.

Posso affermare che questo fatto è senza precedenti; mai un numero così alto, e firme così prestigiose fra i deputati europei, si sono mobilitati a sostegno di una Regione d'Europa, affermandone "lo straordinario interesse ambientale e culturale", suffragando con una assunzione chiara di responsabilità e di partecipazione questo interesse.

Non sfuggirà a nessuno di voi, di noi, l'importanza indiretta di questa iniziativa alla vigilia di importantissime riunioni volte a scongiurare le decisioni contrarie all'aiuto europeo allo sviluppo della Regione.

Si rivolge un appello alle autorità nazionali, e non solamente europee, ed a quelle locali, perché non si prosegua in questi giorni "la politica del fatto compiuto", con importanti iniziative giudiziarie e amministrative in corso, una delle quali da parte della Procura della Repubblica di Teramo, ed è l'insediamento delle nuove assemblee regionali e provinciali, e del nuovo Consiglio comunale.

Questo appello, ragionevole e tollerante, può essere accolto subito (e ogni ora che passa le ruspe rischiano di creare danni irreparabili) dai Ministri dei Beni Culturali e dell'Ambiente, in base ai loro poteri-doveri. Conoscendone la sensibilità e il senso del diritto e dei diritti, non dubitiamo che in queste ore essi vorranno intervenire per salvaguardare quel che altrimenti si sta irrimediabilmente perdendo.

Il Sindaco di Teramo, sicuramente, vorrà testimoniare del rispetto e della tolleranza della città intera nei confronti di una iniziativa che onora la Regione e Teramo in particolare.

Ciascun altro dei destinatari di questa "lettera aperta" può per suo conto molto sul piano sostanziale quando non anche formale.

Vi prego di ricevere in questa occasione i miei più distinti e migliori saluti in attesa di un vostro cortese riscontro ed i miei ringraziamenti.

Marco Pannella

------------------------------------

TERAMO-LOTTO ZERO: PROPOSTA DI RISOLUZIONE DEL P.E. PER LA SOSPENSIONE DEI LAVORI DEL "LOTTO ZERO" A TERAMO.

IL PARLAMENTO EUROPEO

considerato lo straordinario interesse ambientale e culturale che la Regione Abruzzo ha e deve avere per l'Europa, con le sue vette appenniniche a pochissima distanza dal mare Adriatico, con il suo Parco Nazionale, con i costituendi parchi del Gran Sasso e dei Monti della Laga già deliberati da un ramo del Parlamento italiano, oltre che quello della Majella, gli ecosistemi dei suoi fiumi, in particolare di quelli della provincia di Teramo, come quelli del Vomano e - oggi, in particolare - del Toreno e del Mezzola, minacciati da opere pubbliche viarie, delle quali non si è misurato il gravissimo, irreparabile impatto ambientale;

considerato che, malgrado la pendenza di ricorsi della magistratura teramana contro la legittimità delle opere intraprese in queste ore, dopo che i terreni erano stati sequestrati dalle stesse autorità giudiziarie, e poi dissequestrate senza apparenti motivazioni, per la realizzazione del cosiddetto "Lotto zero", che pregiudica in modo definitivo l'ambiente ed il territorio teramano;

considerato che le grandi associazioni ambientaliste italiane, senza eccezione, hanno preso posizione contro questa iniziativa, in particolare il WWF e Italia Nostra, e che pressoché tutte le forze politiche - inizialmente concordi con questa scelta - sono oggi mobilitate per la realizzazione di opere alternative al "Lotto zero";

rivolge un pressante invito a tutte le autorità competenti, nazionali, locali e alla Commissione Europea, perché non si persegua in modo brutale la politica del fatto compiuto, si interrompano immediatamente i lavori intrapresi il lunedì 31 maggio '90, onde anche evitare il pregiudizio certo che verrebbe all'intera Regione ed in particolare a Teramo ed al suo territorio se non si ascoltasse l'appello alla riflessione ed alla tolleranza che con questo documento viene fatto, pregiudizio che includerebbe il venir meno dell'interesse che deve invece sempre più decisamente manifestarsi da parte della Comunità Europea per lo sviluppo, e non solamente la difesa, del grande patrimonio europeo che l'Abruzzo rappresenta.

Pannella Simone Veil Muntigh Chiabrando

Bettini Carlos Pimenta Verbeek Seligman

Langer Karl Partsch Diez de Rivera Herve

Amendola Bontempi Velverde Verwaerde

Llorca Santos Valent Regge

Aglietta Anger Falqui Porrazzini

De Piccoli Taradash Muscardini Mazzone

Scott-Hopkins Roth-Behrendr Bertens Colajanni

Green Vertemati Mc Cartin Punset

Groner Vernier Nadjigeorgou Jensen

Huges Vecchi Pollack Kotoed

Bollnisch Martin Von Wechman Mc Intosh

Galle Herman.F Vandemeulebroecke

Albert Chanterie

 
Argomenti correlati:
agenzia
teramo
ripa di meana carlo
stampa questo documento invia questa pagina per mail