Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
ven 14 giu. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Pannella Marco - 1 febbraio 1991
PANNELLA SU CONGRESSO DEL PCI: IL CONVENTO PASSA POCO, MA OCCORRE PASSARE DA QUESTO....

SOMMARIO: Purtroppo, il congresso di Bologna dimostra che il PCI "si è chiuso nel suo accampamento", e idee e progetti sono evocati solo per "esorcizzarli". Il PR continuerà ad "incalzare" quel partito, perchè la situazione richiede il "comune approdo" di tutti sulle sponde "del vero e del giusto (storici)".

(NOTIZIE RADICALI agenzia, 1 febbraio 1991)

In luogo della terra promessa della Grande Costituente abbiamo la rivisitazione del Grande Costituito.

L'oggetto del "sì" e del "no" è assolutamente mutato, specie quello del "sì"; è bene dirlo e dirselo. E prenderne atto, senza più perdere tempo. Oggi è un "sì" o un "no" alla leadership di Achille Occhetto, alla titolarità degli averi del PCI, a nuovi equilibri e a nuove inclusioni o esclusioni nel Gruppo Dirigente tradizionale, problema che si sarebbe posto e imposto comunque, per motivi di generazione politica.

Il PCI s'è chiuso nel suo accampamento, e dal castro pretorio è stato quasi più facile uscire, o esser fatti uscire, che entrare. Idee, costitutori possibili, politici, tribù vicine o lontane, vecchi, prestigiosi, lealissimi alleati, tutto è stato evocato come per esorcizzarlo, preoccupati di sottomissioni e non di adesioni fra pari. Per la prima volta da decenni le perdite di compagni di strada sono state maggiori che le nascite.

Questo è quel che passa il convento. E da questo sono e siamo fermissimamente intenzionati ad incalzare il PDS perché la riforma della politica, delle istituzioni, di se stessi, le urgenze della nostra società e del nostro tempo, in particolare in Italia, impongono l'alternativa dell'unità fra forze e tradizioni politiche tragicamente contrapposte, il loro comune approdo sulle sponde del vero e del giusto (storici) che esistono e non possono esser ignorate.

E' troppo chiedere, però, a tutti di ricordarsi che fra Partito Radicale e Partito Comunista il rapporto da costruire è stato quello fra una Internazionale ad adesione diretta dei militanti, e un grande partito nazionale, e che questo è ora assolutamente vero e urgente per il PDS?

 
Argomenti correlati:
agenzia
pci
bologna
stampa questo documento invia questa pagina per mail