Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
gio 23 mag. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Vigevano Paolo - 30 aprile 1992
BILANCIO '91 (11) REFERENDUM - SPECIFICA DELLE SPESE SOSTENUTE PER LA CAMPAGNA DEI REFERENDUM DEL 1991 - XXXVI CONGRESSO DEL PARTITO RADICALE

Nota: la contabilità e i bilanci del partito radicale vengono redatti in lire italiane. A titolo puramente indicativo e senza voler costiuire precedente viene riportato l'equivalente valore in dollari. Il tasso di cambio adottato è quello medio del 1991 (1.000 It. Lire= 0,806 $)

La promozione e la raccolta di oltre un milione e 800mila firme, in Italia, da parte del partito, sui due referendum abrogativi della legge che prevede il finanziamento pubblico ai partiti politici e di alcune delle norme della legge di »taglio proibizionista vigente in materia di droga e sulla proposta di legge di iniziativa popolare per l'introduzione del sistema elettorale uninominale; la raccolta di oltre due milioni e mezzo di firme anche sugli altri sette referendum (tre sulle leggi elettorali, tre contro l'assistenzialismo di Stato e l'occupazione partitica della società, uno in materia ambientale) ha comportato per il partito 610milioni ($ 492.000) di spese direttamente riferibili alla campagna, e spese indirettamente riferibili alla campagna per 197milioni di lire ($ 197.000) dovute alla messa a disposizione di locali, servizi personale e mezzi di trasporto e comunicazione.

. La campagna di raccolta delle firme inziata ai primi di ottobre si è conclusa nel mese di gennaio e pertanto nel bilancio al 31 di dicembre è registrata l'importo relativo alle sole spese riferibili direttamente alla campagna per 352.323.065 lire ($ 283.987,907) relative al periodo.

Spese per collaborazioni, autentica e vidimazioni delle firme, consulenze legali

218.551.905 ($ 176.162,461)

Spese di stampa dei moduli di raccolta delle firme, di materiali divulgativi e di autofinanziamento

208.476.828 ($ 168.041,505)

Spese per spedizioni, locomozione, trasporti, telefono e fax

120.026.244 ($ 96.746,439)

Spese per manifestazioni

62.908.900 ($ 50.707,344)

Totale delle spese direttamente attreibuibili alla campagna per i referendum

___________

609.963.877 ($ 491.657,748)

Spese non direttamente attribuibili alla campagna dei referendum

197.000.000 ($ 158.790,676)

___________

TOTALE SPESE 806.963.877 ($ 650.448,424)

ENTRATE

Autofinanziamento della campagna da contributi raccolti ai tavoli di raccolta delle firme e versati al partito

231.400.000 ($ 186.518,591)

PERDITA RISULTANTE A CARICO DEL PARTITO RADICALE

____________

575.563.877 ($ 463.929,833)

Una parte della perdita risultante (300milioni di lire - $ 240.000) avrebbe dovuto essere rimborsata dai comitati promotori dei sette referendum, in quanto il partito radicale è stata l'unica organizzazione che in questa occasione ha raccolto le firme su tutti i referendum, anche su quelli non direttamente promossi.

 
Argomenti correlati:
congresso
relazione
stampa questo documento invia questa pagina per mail