Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mer 21 feb. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio federalismo
Il Partito Nuovo - 1 agosto 1991
Costruiamo insieme federazioni »regionali

SOMMARIO: Se l'obiettivo finale di tutti i democratici resta la costituzione degli Stati Uniti del Mondo, oggi il Partito Nuovo deve battersi per la creazione o la democratizzazione di sistemi federali sub-mondiali, a livello »regionale . E' a tale livello, inoltre, che la proposta lanciata dal Partito Radicale di presentare e approvare testi legislativi eguali può trovare più immediata applicazione e verifica. (Il Partito Nuovo, n.3, Agosto 1991)

Il conseguimento e la difesa della pace, la lotta al sottosviluppo, la protezione dell'ecosistema, possono essere gestiti solo a livello di governo mondiale. Se quest'obiettivo è attualmente irrealizzabile, si può e si deve perseguire la creazione di sistemi sub-mondiali, a livello »regionale , a struttura federale. La Federazione è l'unico sistema che storicamente e giuridicamente realizza un governo unico su un insieme di territori appartenenti a più Stati. Solo la concezione federalista democratica garantisce la massima autonomia e autogoverno ai singoli Stati - ed ai poteri locali di base - che la compongono, perché questi delegano alle istituzioni federali solo alcuni poteri e funzioni, restando sovrani per tutte le restanti attribuzioni: la Federazione interviene solo laddove la sua azione risulti più utile di quella degli Stati presi singolarmente. La Federazione deve però basarsi su un rapporto giuridico e democratico con gli Stati che la compongono e sulla eguaglianza fra tutti gli Stati associati,

che devono essere rappresentati pariteticamente negli organi federali. Ciò non è avvenuto con la Federazione sovietica e quella jugoslava: li il sistema federale non era basato sul diritto e sull'uguaglianza, ma gestito dallo strapotere del governo federale centrale sui singoli Stati, potere che era emanazione della forza del Partito comunista, che aveva impedito qualsiasi riforma costituzionale. L'obiettivo del Partito nuovo è favorire l'evoluzione della Comunità europea in vera Federazione, la trasformazione delle Federazioni di fatto in Federazioni di diritto o in Federazioni di diversa aggregazione - e il nuovo trattato per l'Unione Sovietica ne è un esempio - e la creazione di nuove Federazioni in Europa, Africa, Asia e America latina. Ed è forse opportuno ricordare, per finire, che alla base di qualsiasi »contratto sociale , di qualsiasi realtà istituzionale, dall'Onu alle federazioni regionali, ai tre poteri »sussidiari - locali, nazionali, federali - vi sono i diritti fondamentali alla democrazia di

ogni persona, di ogni cittadino, senza distinzioni di razza, di religione, di lingua, di opinioni, che in ogni momento si esplicano nell'organizzazione sociale, economica, politica.

 
Argomenti correlati:
pn-3
europa
transnazionale
sovranazionale
pr
stampa questo documento invia questa pagina per mail