Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mar 21 mag. 2019
  cerca in archivio   RASSEGNA STAMPA
Da Pannella a Craxi a Berlusconi se la politica dice di andare al mare
Cominciò senza successo con la scala mobile il tentativo di far fallire un referendum con l'astensione.

• da La Repubblica del 18 maggio 2005, pag. 17

di Filippo Ceccarelli

E comunque: chi √® senza¬†astensionismo scagli la prima¬†pietra.¬†Con il voto sulla procreazione¬†ormai alle porte, e rispetto al consueto mal di quorum che da una¬†decina d'anni accompagna questogenere di consultazioni, la storia referendaria invoca un esame¬†di coscienza sulla legittimit√† o la¬†ribalderia, la tentazione o l'assennatezza di disertare le urne. Perch√® tutti, pi√Ļ o meno, chi prima e¬†chi poi, chi in un modo elegante e¬†chi grossolano, di fronte a qualche¬†ingombrante referendum hanno¬†detto: ďAndate al mareĒ.¬†

La frase originale appartiene a¬†Craxi, che la pronuncio nel 1991¬†davanti al quesito sulla preferenza unica. Mancavano tre giorni al¬†voto, e l'allora presidente della¬†Repubblica Cossiga sembrava¬†d'accordo con lui, poi di colpo¬†cambi√≤ idea. Il segretario socialista l'apprese a Caprera, durante¬†un pranzo. Su questa storia di andare al mare - dopo tutto lui ci¬†stava gi√† Ė un giornalista gli mise¬†sotto il naso un microfono. Craxi¬†non rispose, anzi platealmente¬†gir√≤ le spalle alle telecamere, cio√®¬†ai milioni di telespettatori, e ordin√≤ a un commensale: ďPassatemi l'olio! Si pu√≤ avere un po' d'olio?Ē. Come si ricorder√†, allora gli¬†elettori non accolsero l'invito vacanziero: e a quella frase si fa addirittura risalire¬†l'inizio della fine del Psi.¬†

Ma in molti¬†altri casi, a partire dai referendum sulla caccia e sui pesticidi, boicottati da¬†cacciatori e coldiretti, fino alle¬†tornate del¬†1997, del 1999,¬†del 2000 e del¬†2003 l'assenteismo ha pagato,¬†eccome.ĒResta¬†te a casaĒ fu ad¬†esempio la formula che Berlusconi adott√≤¬†cinque anni orsono. Astensionismo attivo e¬†Ēpoliticamente¬†motivatoĒ spieg√≤. E tuttavia con le¬†stesse generiche parole l'avrebbero potuta mettere i Cub e i Cobas, che certo non la pensavano¬†come il Cavaliere, ma che disertarono alcune di quelle consultazioni.¬†

E insomma: tutti a turno e con¬†crescente successo hanno cercato¬†di boicottare i referendum. Destra, sinistra, cattolici e laici. Cos√¨¬†come ognuno a destra e a sinistra, fra i cattolici e i laici si √® regolarmente lamentato che qualcun altro avesse scelto di disertare¬†le urne. Da questo particolarissimo punto di vista, l'incoerenza¬†dei comportamenti politici trova¬†riparo nel naturale oblio di tutta¬†una lunga e intricata vicenda che¬†tra referendum promossi, cassati¬†dalla Cassazione o dalla Consulta,¬†effettuati, con il quorum, privi di¬†quorum, vinti, persi o che non¬†hanno sortito alcun effetto, ecco,¬†non ci si capisce pi√Ļ nulla. Per cui¬†se ne ricordano pochissimi, il divorzio, l'aborto, qualche altro, ma¬†poi vai a sapere il soggiorno cautelare, il ministero dell'Agricoltura¬†(ce ne sono stati due), gli elettrodotti, gli incarichi extra giudiziari¬†(anche qui due, entrambi andati a¬†buca!) o l'orario dei negozi.¬†

E l'unico modo per raccapezzarsi e compulsare le utili tabelle¬†aggiornate de ďLa storia dei referendumĒ di Anna Chimenti (Laterza), come pure ďLa Repubblica¬†dei referendumĒ di Augusto Barbera e Andrea Morrone (Il Mulino). Ma il punto che qui si vorrebbe sottolineare o meglio esemplificare √® che Pierferdinando Casini, che oggi si astiene, nel 1997, allorch√© non si raggiunse il quorum¬†sui sette referendum, non esit√≤ a¬†commentare: ďE' sempre un giorno triste, quando le urne vengono¬†disertateĒ. Cos√¨ come Piero Fassino, che oggi √® impegnato con tutto il suo partito al conseguimento¬†del quorum sulla fecondazione¬†assistita, disse nel 2003 riguardo¬†all'estensione dell'articolo 18 alle¬†piccole imprese: ďIl modo migliore di affrontare il referendum √®¬†quello di ridurre il danno che pu√≤¬†comportare, e la strategia per farlo - concluse - passa attraverso¬†la richiesta ai cittadini di non partecipare al votoĒ.¬†

Nemmeno i radicali si salvano¬†dalla giostra dell'astensione. Anzi, per certi versi si deve proprio al¬†leader referendario per antonomasia, e cio√® a Marco Pannella, di¬†aver scoperto e divulgato la possibilit√† di vincere un referendum invitando gli elettori a non parteciparvi. Insieme con Pierre Carniti e¬†Claudio Martelli, Pannella ventil√≤¬†per la prima volta questa opportunit√† nel 1980 sulla scala mobile.¬†Poi Craxi volle affrontare la prova,¬†e vinse anche. Ma l'idea, evidentemente, ebbe successo. Tanto pi√Ļ¬†quando √® destinata a sposarsi con¬†la meteorologia (il mare, l'estate),¬†l'abuso di referendum su argomenti molto diversi tra loro, la¬†stanchezza dell'elettorato e la¬†presenza di altre questioni drammatiche all'ordine del giorno (nel¬†1999, ad esempio, il Kosovo).¬†

Sulla perfetta regolarit√† della¬†strategia astensionistica non ci¬†sono questioni. Ma non per questo √® mai andata esente da polemiche. Di norma chi percorre¬†questa strada lo fa perch√© giudica¬†il referendum ďinutileĒ, ďnocivoĒ e ďcostosoĒ mentre il boicottaggio¬†√® generalmente ritenuto una scelta ďfurbaĒ, ďslealeĒ, ďvileĒ, ďtruffaldinaĒ e perfino - secondo Mariotto Segni ďdelittuosaĒ Una volta, non¬† molto tempo fa, il presidente della Repubblica Ciampi ha¬†esternato in proposito una linea¬†che si pu√≤ definire di buon¬†senso: ďE' ovvio¬†che l'astensione¬†√® legittima, ma¬†io ho votato per¬†la prima volta a¬†26 anni, perch√©¬†prima in Italia¬†non era dato, e¬†da allora l'ho¬†sempre fatto¬†perch√© considero il voto una¬†conquista e un¬†diritto da esercitareĒ.¬†

Era il 2000, e¬†c'erano allora¬†ben sette referendum in lizza.¬†E siccome l'Italia √® pur sempre¬†l'Italia, Peppino¬†Calderisi aveva¬†inventato un rap anti-astensionista: ďIl 21 maggio non ti far pregare/per i referendum vai a votare/chi ti chiede di andare al mare/il¬†tuo voto vuole annullare/ e la democrazia diretta cancellareĒ. I¬†versi non erano, francamente, irresistibili. Ma nemmeno lo era l'appello dell'allora leader verde¬†Ripa di Meana a surrogare il voto¬†con ďuna liberatoria scampagnata ecologista in bicicletta per ripulire prati e boschi dalle cartacce e¬†dai rifiutiĒ. Tra questi due folclorici estremi l'Italia si lascio andare,¬†negandosi il quorum. Ma era la¬†natura stessa del referendum, ormai, che aveva fatto tilt.


IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail